Come inziare con cinema 4d software di modellazione e rendering
23518
post-template-default,single,single-post,postid-23518,single-format-standard,et_monarch,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-theme-ver-15.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

COME INIZIARE CON CINEMA 4D

Maxon ha rilasciato a Settembre dello scorso anno la release 19 del software Cinema 4D.
Con questo articolo invece andrò ad evidenziare un possibile workflow di lavoro per cominciare a cimentarsi con questo software di modellazione 3D. E’ importante seguire una serie di semplici, ma fondamentali passaggi, per installare in maniera corretta il software.

CINEMA 4D DOWNLOAD? ECCO DOVE

Lo potete scaricare a questo link  .Prima di tutto è meglio ricordare che è necessario disporre di una versione originale del software. E’ infatti possibile effettuare il download di una versione di Cinema 4D free direttamente dal sito della casa madre.

Molti non lo sanno ma per gli studenti è prevista una versione completamente gratuita di Cinema 4D per tutta la durata del loro percorso di studi. Per chi è studente o insegnante è infatti possibile scaricare una versione apposita descritta più avanti in questo tutorial. Come scaricare Cinema 4D? Vediamo qui di seguito quali siano le procedure da seguire nel caso in cui apparteniate o meno al mondo educational.

DOWNLOAD DI CINEMA 4D REL.19

Se non siete studenti o insegnanti, a questo LINK è possibile scaricare Cinema 4D in una versione di prova che vi consentirà di testare tutte le nuove funzionalità di Cinema 4D e di BodyPaint 3D (il modulo che vi permette, ad esempio, di gestire le texture dipingendo direttamente sugli oggetti 3D).
All’avvio della versione di prova sarà possibile scegliere se attivare la funzione di salvataggio per 42 giorni: questo vi darà tempo sufficiente per testare appieno il software (con la possibilità ulteriore di salvare i singoli file dei progetti). Chiaramente la versione di prova è completamente gratuita.

Se invece, frequentate un istituto scolastico riconosciuto a questo LINK  è possibile scaricare una versione completamente funzionante di Cinema 4D studenti che durerà per 18 mesi (rinnovabile) previo invio di un certificato che attesti l’ iscrizione al proprio percorso di studi.

Come avverte, in stralcio, il sito Maxon:

“La licenza sarà disponibile in download dopo aver completato la registrazione online e dopo aver impostato il proprio account utente…durante il processo di registrazione è possibile caricare la certificazione dello status di studente (es. certificato di iscrizione valido) in formato JPEG…. dopo la verifica delle informazioni, riceverete la licenza Cinema 4D Student gratuita in download…. La licenza è per singola postazione, pertanto può essere utilizzata solo sul computer dove è stata attivata (node-locked).”

Nel caso in cui siate insegnanti sempre allo stesso link è possibile richiedere più o meno alle stesse condizioni la versione completa del software. Qualora siate invece già interessati all’acquisto di una licenza di Cinema 4D potrete rivolgervi alla rete di distribuzione Maxon e decidere quale versione acquistare: le suite attuali sono, in ordine di prezzo e contenuti, le versioni “prime“, “broadcast“, “visualize” e “studio“. Le caratteristiche sono ben descritte sul sito ufficiale.

GLI AGGIORNAMENTI DI CINEMA 4D

Una volta effettuato il download di Cinema 4D ed eseguito l’avvio del programma, dovrete effettuare gli aggiornamenti per installare le librerie necessarie cliccando sul menù Aiuto > Verifica aggiornamenti.
Quali pacchetti installare? Per prima cosa tutti i language pack in italiano, l’italian e english documentation (questo perché nella guida in linea alcune sezioni possono non essere ancora tradotte in italiano al 100%); poi le Release 19 content librariesdella versione che avremo installato.
Terminato il download di quanto selezionato spuntando i flag relativi in Opzioni, Cinema 4D si riavvierà per implementare gli aggiornamenti che troverete poi in Storia. Il mio consiglio è quello di effettuare un aggiornamento alla volta (soprattutto per le librerie principali che sono piuttosto “pesanti”).

Pin It on Pinterest

Shares
Share This