Renderista 3D | Rendering 3D | Render 3D | W & E srl

La costruzione di un’immagine interessante passa attraverso passaggi chiave come composizione, scelta delle luci, dei materiali e dei colori. All’interno di uno studio professionale come W & E srl, le diverse fasi di studio di un’immagine sono affidate a professionalità specifiche, persone con preparazioni diverse, che hanno affinato la propria sensibilità attraverso percorsi di studio ed esperienze lavorative differenti. Ovviamente i ruoli delle diverse figure che compongono il team sono complementari, anche se le aree di specializzazione si intersecano. Un interior designer o un architetto che prepara un bozzetto con le indicazioni dei materiali e dei colori che vorrebbe inserire nell’immagine ha certamente una diversa preparazione specifica rispetto all’esperto di post produzione, ma entrambi necessariamente hanno affinato una sensibilità nell’uso del colore e sanno calibrare i pesi visivi dei diversi elementi che compongono una scena.

ll vantaggio fondamentale di avere idee e feedback da parte di figure preparate su una tematica precisa della costruzione di un’immagine è quello di non disperdere energie su passaggi che non si padroneggiano a pieno e spesso una struttura organizzata con ruoli differenziati raggiunge un risultato migliore in termini di qualità dell’immagine e della creatività che propone al cliente.

Renderista 3D | Rendering 3D | Render 3D | W & E srl

Renderista 3D | Rendering 3D | Render 3D | W & E srl

Il renderista e lo scambio con il team

Il 3d specialist, o grafico 3d, o renderista si colloca naturalmente alla fine della catena, dovendo trasformare gli input del team in una scena 3d da renderizzare. Il suo è un ruolo tecnico in quanto deve conoscere i parametri e i comandi sui quali si basano i software che utilizza e deve far fronte alle problematiche che di volta in volta possono presentarsi nella fase di realizzazione dell’immagine. Un buon renderista non si ferma comunque a essere padrone degli strumenti tecnici che ha a disposizione, ma studia e si affaccia sulle aree di specializzazione dell’art director, del grafico e dell’interior designer.
Non è possibile infatti che ci sia uno scambio proficuo di informazioni e idee tra lo staff creativo dello studio e l’esecutore materiale dell’immagine, se non esiste anche una base di preparazione condivisa. Questo vale in entrambi i sensi ovviamente e, in uno studio in cui i collaboratori hanno maturato un po’ di esperienza di lavoro insieme, succede che il renderista affina le sue nozioni di styling, composizione e il suo gusto in generale, mentre gli art director, gli addetti alla post produzione e le altre figure che si interfacciano col reparto di produzione 3d iniziano a capire le possibilità e i limiti dello strumento tecnico in mano ai grafici 3d.

l ruolo del renderista non si esaurisce all’interno della fase di produzione dei rendering 3d: deve essere un interprete delle idee della sua squadra di lavoro, dare un apporto in termini di creatività e trovare soluzioni funzionali e rapide alle inevitabili correzioni richieste dai collaboratori o dal cliente finale.